Bassamarina

Bassamarìna ancora eru guardendi,
nun si cunnosci più, comm’è cambiata!
nun si vidi nisciunu più pischendi
da quandu l’hannì tutta trasfurmata.

hanni scurritu guzzi e pìscadori
pe’ fa postu ai quiddhì dui traghetti;
più nun si senti quìddhu bell’addori
di grunchi, scìarrai e di parchetti.

I guzzi ghi dagghìanì culori
cun tutti quiddhi rezzi a sciurinà,
avà inveci è tuttu un squallorì,
e un do traghettu mutandi ad asciugà!

Fìarè, Pacchianella e la Sirina,
Lustrellu, Luiginu e Muzzarò;
erinì tutti là ogni mattina,
e a sera u so’ quartieri era Lìò.

Ma ogghì tutti quanti so’ spariti,
monda so’ morti e antri trasferiti;
Bassamarina allora era animata,
avà inveci è morta e suttarrata.

Mario Boccone 1969

2 pensieri riguardo “Bassamarina

  • 27 Febbraio 2019 in 18:48
    Permalink

    È vero sono d’accordo quante volte andavo a pescare lì e quanta sosterrà facevo ora è tutto vuoto freddo anche un Po desolante ma purtroppo i tempi cambiano.
    Ma i ricordi bellissima.o i profumi rimangono nel cuore .
    Bravi bella poesia in breve hai fatto un ritratto bellissimo di bassamarina

I commenti sono chiusi