Bassamarina

Bassamarìna ancora eru guardendi,
nun si cunnosci più, comm’è cambiata!
nun si vidi nisciunu più pischendi
da quandu l’hannì tutta trasfurmata.

hanni scurritu guzzi e pìscadori
pe’ fa postu ai quiddhì dui traghetti;
più nun si senti quìddhu bell’addori
di grunchi, scìarrai e di parchetti.

I guzzi ghi dagghìanì culori
cun tutti quiddhi rezzi a sciurinà,
avà inveci è tuttu un squallorì,
e un do traghettu mutandi ad asciugà!

Fìarè, Pacchianella e la Sirina,
Lustrellu, Luiginu e Muzzarò;
erinì tutti là ogni mattina,
e a sera u so’ quartieri era Lìò.

Ma ogghì tutti quanti so’ spariti,
monda so’ morti e antri trasferiti;
Bassamarina allora era animata,
avà inveci è morta e suttarrata.

Mario Boccone 1969

2 pensieri riguardo “Bassamarina

  • 27 Febbraio 2019 in 18:48
    Permalink

    È vero sono d’accordo quante volte andavo a pescare lì e quanta sosterrà facevo ora è tutto vuoto freddo anche un Po desolante ma purtroppo i tempi cambiano.
    Ma i ricordi bellissima.o i profumi rimangono nel cuore .
    Bravi bella poesia in breve hai fatto un ritratto bellissimo di bassamarina

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.