Cala Andreani, “il Relitto”

Legni del Motoveliero “Trebbo“, i cui resti si trovano ancora arenati a Caprera , sulla spiaggia di Cala Andreani ribattezzata Spiaggia del Relitto. A largo dell’isola di Caprera, nel 1955 si sprigionava improvvisamente un forte incendio a bordo del M/V Trebbo, proveniente da Savona e diretto verso Cagliari con un carico di carbonfossile. Incendio iniziato nella sala macchine e poi propagatosi nella timoneria, tutto l’equipaggio si rifugiò a prua, dove era presente l’unico estintore, prontamente utilizzato ma invano. L‘equipaggio fu tratto in salvo dal Sacro Cuore di Gesù, incrociato poco prima, il quale invertì subito la rotta, caricò l’equipaggio e lo portò a capo Ferro non prima di aver tentato invano il rimorchio del Trebbo. Il motorista riportò non gravissime ustioni e fu curato dai medici della Marina militare e il Sacro Cuore completò l’impresa della giornata, riportando i superstiti a La Maddalena. Vista l’impossibilità di spegnere il fuoco per le avverse condizioni atmosferiche, nonostante il prodigarsi incessante da parte dei mezzi della Marina Militare giunti in soccorso, constatato che la prua del motoveliero tendeva ad immergersi e che era impossibile raggiungere La Maddalena fu deciso di portare il motoveliero, ancora in fiamme, ad arenarsi nei bassi fondali presso la spiaggia di Cala Andreani.