Correva l’anno 1700

Correva l’anno 1700
Carlo II

30 aprile

Con bolla di Innocenzo XIII la Congregazione del Santissimo, istituita nella parrocchia di Sant’Eulalia in Cagliari, è ammessa a partecipare dei privilegi ed indulgenze della Congregazione di Santa Maria supra Minervam. Scopo della Congregazione, oltre quello dell’incremento del culto divino, è di fare opere di beneficenza e di largire elemosine alle famiglie povere.

1 novembre

Si spegne Carlo II, l’ultimo sovrano spagnolo della dinastia degli Asburgo, senza figli, venne nominato erede Filippo di Borbone nipote di sua sorella sposata col re di Francia Luigi XIV. Ciò non piacque alle potenze Europee che temendo un’unione tra le corone di Spagna e Francia, appoggiarono come successore Carlo D’Asburgo, nipote di Carlo II, figlio di una sua sorella e dell’imperatore Leopoldo D’Austria. Filippo di Borbone fu incoronato Re di Spagna e automaticamente scoppiò la guerra tra Francia e Spagna contro Austria, Prussia, Inghilterra, Portogallo, Olanda e Ducato di Savoia. Dopo alterne vicende Carlo D’Asburgo fu accettato Re dagli aragonesi-catalani col nome di Carlo III; era l’anno 1705. Una flotta inglese intanto conquistò Castel di Cagliari a nome e per conto di Carlo III, ma un evento imprevedibile fece pendere la bilancia dalla parte di Filippo V. L’imperatore Giuseppe I, fratello di Carlo, morì senza eredi e, paventando una nuova potenza asburgica, le potenze europee preferirono riconoscere Filippo V Re di Spagna ma privandolo della Sicilia che andò ai duchi di Savoia. Tutto ciò fu sancito con il trattato di Utrecht nel 1713.
La situazione era così delineata: la Spagna a Filippo V, la Sardegna Asburgica e la Sicilia ai Duchi di Savoia. Ma gli spagnoli mal sopportavano la perdita della Sardegna e con una spedizione la riconquistarono nel 1717.