Correva l’anno 1999

1 gennaio

Mai come quest’anno i maddalenini hanno potuto divertirsi tanto a Natale e capodanno. La Confcommercio, infatti, insieme all’amministrazione comunale ha fatto le cose in grande promuovendo una serie di manifestazioni per il Natale isolano `98, che hanno fatto divertire e meravigliare tutti in virtù di quello che hanno presentato. Dalla fiaccolata con canti natalizi lungo le strade della città, al presepe vivente, dalla carrozza omnibus (vera attrazione per i bambini) che trainata da un maestoso cavallo bianco ha trasportato un gran numero di bambini lungo le strade dell’isola, alla fanfara volante, un gruppo musicale itinerante.

2 gennaio

“Birardi? Erede di Serra” Vittiello rifà i conti al sindaco della Maddalena; Dopo la conferenza stampa del sindaco Birardi, l’opposizione fa un suo controbilancio, ovviamente dal punto di vista di chi sta dall’altra parte della barricata. Ne parla Vittiello: “Prima di tutto Birardi avrebbe dovuto chiedere scusa alla città per come è stata mal governata da questa amministrazione incapace di fare il proprio dovere, nonostante abbia il sindaco e la maggioranza un potere assoluto, perché dopo l’entrata in vigore della “Bassanini” l’opposizione è priva di strumenti per esercitare un controllo serio sugli altri. Praticamente non contiamo nulla e non possiamo far nulla se non ricorrere al Tar, cosa impossibile dati gli alti costi o alla magistratura che però evidentemente, ha cose più importanti di cui occuparsi”. Dopo la premessa il capogruppo del Polo parte all’attacco: “In campagna elettorale Birardi, Burlando, Berlinguer, Palomba e compagnia, avevano promesso mari e monti”.

3 gennaio

Ancora pericolo nella curva soprastante il piccolo molo dietro Circomare adibito a porticciolo di via Giulio Cesare, subito dopo casa Loriga. Un’auto di una ragazza americana, forse a causa della strada bagnata, ha sfondato le transenne che erano state posizionate al posto del guard-rail ed è andata ad adagiarsi nel bagnasciuga. Dopo un volo di sei metri, il terribile spavento, ma la ragazza è rimasta incolume.

5 gennaio

Nasce il primo maddalenino dell’anno: è Manuel Caria.

6 gennaio

Lutto nel mondo del teatro per la morte del maddalenino Antonio Piefederici. L’ attore è scomparso la notte del 6 gennaio, nella sua abitazione romana, a 74 anni, dopo una carriera assai intensa, cominciata nel 1943 e proseguita ininterrottamente sino alla fine. Al debutto fu salutato come una rivelazione per il successo personale nella parte del figlio ne “I parenti terribili” di Jean Cocteau, diretto da Luchino Visconti, un lavoro che fece scandalo e segnò una svolta per il nostro teatro. Del regista milanese divenne uno degli attori preferiti, tanto che gli venne affidato il ruolo di Cherubino ne “Il matrimonio di Figaro” di Beaumarchais. Fu un protagonista ideale per “Il poverello” di Copeau, diretto da Orazio Costa, magnifico attor giovane nell’ “Arlecchino” di Strehler, e un godibilissimo “Signor Bonaventura” con Sergio Tofano in un’ edizione che girò il mondo. Numerose le altre sue prove eccellenti in “La morte di Danton” di Buchner al Piccolo, “I demoni” di Fabbri da Dostoewskij a Genova, “Amleto” di Bacchelli all’ Olimpico di Vicenza, “Il potere e la gloria” di Greene a San Miniato. Negli ultimi anni si era distinto in “La trilogia della villeggiatura” di Goldoni, diretto da Massimo Castri.

7 gennaio

Giovane si ferisce con pistola giocattolo; Un giovane di Tortolì che inavvertitamente si è procurato una ferita alla mano in seguito allo scoppio di un proiettile sparato da una pistola, ha provocato l’allarme e un’inchiesta dei carabinieri della Maddalena. La pistola, subito sequestrata dagli uomini dell’arma, era una pistola giocattolo, caricata a salve. Dalla pistola è partito il colpo che, seppure a salve, ha ferito la mano del tortoliese. La ferita provocata dalle fiamme è stata suturata al pronto soccorso. Alla fine i carabinieri non hanno riscontrato alcuna ipotesi di reato. Nel corso delle feste i carabinieri hanno effettuato controlli con l’ausilio dei cani antidroga provenienti da Nulvi in tutti i locali ed esercizi pubblici. Sono state anche controllate le vie del centro storico e quelle più a rischio.

8 gennaio

Ormai sembra certo che Marisardegna tra aprile e giugno si trasferirà a Cagliari. A nulla sarebbero valsi gli interventi ai massimi livelli politici per evitare un danno così notevole per la cittadinanza isolana. E così l’ultimo cambio avvenuto tra l’ammiraglio Maguolo e il controammiraglio Porchiazzo ha suggellato la fine di una presenza storica. La permanenza della figura dell’ammiraglio alla Maddalena è ormai legata alla sola resistenza politica che però sembrerebbe affievolirsi, di fronte ad un piano prestabilito che la Marina ha scritto e che vuole far rispettare. Lo si è capito da quando nella rada dell’arcipelago non si sono fermate più navi militari che però venivano dirottate a Cagliari, perché la permanenza nel capoluogo cagliaritano era più comoda a tutti. Lo si è capito quando il personale militare civile che gravita intorno a Marisardegna è stato messo in mobilità.

9 gennaio

Mentre infuriano le polemiche a Palau per l’annunciato accorpamento ad Arzachena dell’agenzia del Banco di Sardegna, il maddalenino Roberto Zanchetta (in quota Partito dei Comunisti Italiani) è il nuovo commissario dell’Azienda di Soggiorno e Turismo La Maddalena-Palau. La nomina susciterà polemiche e le proteste del sindaco Birardi e del consiglio comunale maddalenino.

15 gennaio

Palau: il progetto viario della Sciumara, strada di svincolo per il porto, di notevole impatto ambientale scatena furiose polemiche che si trascineranno per tutto l’anno.

19 gennaio

Il settimanale Oggi dedica un ampio servizio sui rapporti tra don Capula e Mussolini, prigioniero a La Maddalena nel 1943.

25 gennaio

Accordo storico a La Maddalena con la mediazione del sindaco Mario Birardi: 21 sindaci della Gallura optano per l’istituzione della provincia.

1 febbraio

La Gallura è nella morsa del freddo. Neve anche a La Maddalena e Palau dove non nevicava da 13 anni.

3 febbraio

Il consiglio comunale non accoglie la richiesta di referendum sul Parco, presentata da circa duemila maddalenini, già dichiarata inammissibile dalla competente commissione. Dura battaglia tra maggioranza e opposizione.

5 febbraio

Anche a La Maddalena e Palau cresce irrefrenabile la febbre del Super Enalotto. Alcune vincite ‘discrete’ entusiasmano gli scommettitori.

9 febbraio

Prima uscita del nuovo mensile ‘Il Corriere delle Bocche’ diretto da Gian Carlo Tusceri.

20 febbraio

Scherzi, balli e divertimento: positivo il carnevale ’99. A La Maddalena poco meno di 700 persone partecipano all’ultima sfilata.

21 febbraio

Severino Gala, commerciante, originario di Lugosanto, consigliere comunale di maggioranza, è il primo presidente del Consorzio Operatori Turistici di La Maddalena.

26 febbraio

Il consiglio comunale di La Maddalena approva il Piano Particolareggiato del Centro Storico redatto dall’architetto romano Mino Mini. È stato votato da 4 consiglieri, due di maggioranza e due di minoranza. Per incompatibilità degli altri 17.

28 febbraio

Il maddalenino Agostino Bifulco viene eletto segretario della federazione gallurese di Rifondazione Comunista.

2 marzo

Prime avvisaglie di crisi idrica a La Maddalena: il consigliere delegato Ligas afferma: “disastrosa la situazione delle condotte”.

8 marzo

Barbara Calanca eletta presidente di Ecosub; Si è svolta l’assemblea dei soci dell’Ecosub della Maddalena che hanno confermato il presidente uscente Barbara Calanca. Nella sua introduzione Calanca ha tracciato il bilancio dello scorso anno dell’associazione. Ha messo in evidenza il grande successo della 4a edizione del Trofeo delle Bocche “Giuseppe Sorano” come pure le varie manifestazioni volte alla diffusione ed alla conoscenza delle attività subacquee e dell’ambiente marino come la tv subacquea interattiva promossa per i ragazzi delle scuole medie e dell’istituto nautico. In riferimento al programma per l’anno in corso, il direttivo in carica composto dallo stesso presidente, dal vice presidente Giacomo Farina, dal segretario Aldo Sorano, dal tesoriere Mauro Cercignani e dai consiglieri Elio Susini, Giuseppe Piras, Maria Teresa Fonnesu, Fulvia Orecchioni e Deddy Casazza, ha deciso di organizzare la 5a edizione del Trofeo delle Bocche.

13 marzo

Missione popolare francescana a La Maddalena. Una ventina di religiosi e religiose giungono per 15 giorni nell’Isola per predicare e risvegliare la fede.

13 marzo

Dopo quasi due secoli vengono esposti al pubblico il crocefisso ed i candelieri d’argento donati alla parrocchia di La Maddalena dall’ammiraglio inglese Nelson.

19 marzo

Incontro in municipio dell’amministrazione comunale col sottosegretario alla Difesa Abbate. L’Arsenale non chiuderà assicura ma non tutti ci credono.

24 marzo

In pre-allarme a La Maddalena i militari italiani e statunitensi: per l’attacco aereo della Nato contro la Serbia scatta l’emergenza nelle basi italiane.

26 marzo

Intervista su La Nuova Sardegna, all’allenatore serbo dell’U.S. Garibaldi Zelico Zecevic, preoccupato per i familiari sotto le bombe in Serbia.

1 aprile

Quattro maddalenini della protezione civile (Claudio Ciucci, Franco Demontis, Giovanni Bottaru, Pierangelo Pais) partono per l’Albania nell’ambito della operazione umanitaria ‘Arcobaleno’.

3 aprile

Salvatore Sanna presenta il libro “La Maddalena 1943, la piazzaforte di latta”. L’opera è finanziata dal Comune.

11 aprile

Alcune centinaia di giovani manifestano a La Maddalena contro la guerra della Nato in Yugoslavia. La manifestazione è organizzata da Rifondazione Comunista.

18 aprile

A La Maddalena qualcuno vince 252 milioni al Totogol. La schedina giocata nella ricevitoria Madrau-Barca.

19 aprile

Presentata dal presidente del Parco Ignazio Camarda la bozza per la disciplina del traffico dei natanti. Prime polemiche a La Maddalena, Palau, Arzachena e Santa Teresa.

28 aprile

Il consiglio comunale di La Maddalena approva all’unanimità lo schema della istituenda provincia della Gallura.

1 maggio

Folla di fedeli alla Madonnetta. Dalla caduta del muro di Berlino, la festa del primo maggio non divide più i maddalenini.

23 maggio

La ‘Domenica del Villaggio’, popolare trasmissione televisiva di Rete 4 di Rosita Celentano e Davide Mengacci approda nell’Arcipelago. Documentari, servizi, Messa in diretta e tanti giochi dallo splendido scenario di Cala Gavetta.

29 maggio

Convegno dei Lions di La Maddalena su: ‘Figura e funzioni del Difensore Civico’. Relatore è il popolare giudice di Canale 5 Santi Licheri.

30 maggio

Folla di maddalenini per la festa della S.S. Trinità nella chiesetta che è stata la prima dell’isola.

30 maggio

Aderendo all’iniziativa della Presidenza del Consiglio per i profughi del Kosovo, ‘Lo Scoglio’ verserà il 50% del ricavato delle vendite del mese alla ‘Missione Arcobaleno’.

2 giugno

Celebrazioni in municipio e a Caprera per l’anniversario della morte Garibaldi giunto per la prima volta a La Maddalena 150 anni fa.

4 giugno

Il comitato di gestione vara il regolamento del parco, in gran parte concordato con i sindaci rivieraschi. Le polemiche e le preoccupazioni divampano. Si temono danni economici. Fa notizia il divieto di accesso alla spiaggia Rosa, da anni saccheggiata della particolare sabbia.

13 giugno

Sono 8 i candidati maddalenini alle elezioni regionali (Bardanzellu, Battaglia, Cataldi, Casabuoni, Calanca, Del Giudice, Impagliazzo, Poggi), uno di Palau (Brandano). Come è facile prevedere … rimangono tutti a casa. Nel collegio regionale, il Polo di Mauro Pili raccoglie il 52% delle preferenze a La Maddalena ed il 50% a Palau; la Coalizione Autonomistica di Gian Mario Selis il 28% e, rispettivamente, il 25%; l’Udr di Mario Floris il 5,5% ed il 4%.

17 giugno

La bandiera blu, simbolo del mare pulito, viene consegnata dal Ministero delle Politiche Agricole al Sindaco di La Maddalena Mario Birardi.

23 giugno

Ordinanza del presidente del Parco Ignazio Camarda che tra l’altro vieta anche la balneazione nella spiaggia Rosa di Budelli. La notizia rimbalza in prima pagina sui giornali e nei Tg nazionali.

27 giugno

Ballottaggio delle elezioni regionali. A La Maddalena il polo raccoglie il 55,5% dei voti, la Coalizione Autonomistica il 44,5%. A Palau rispettivamente il 56,2% ed il 43,8%.

30 giugno

Il mercatino del mercoledì viene spostato non senza polemiche da Moneta a Cala Gavetta e vie adiacenti. L’esperimento durerà poche settimane.

30 giugno

Ordinanza del sindaco di La Maddalena che vieta il passaggio sul ponte di Caprera di mezzi dal peso superiore a 75 quintali.

1 luglio

Con l’entrata in vigore del regolamento del Parco vengono anche organizzati i servizi di riscossione nei comuni di La Maddalena, Palau, Santa Teresa ed Arzachena.

2 luglio

Sembra ormai certo il trasferimento di Marisardegna a Cagliari.

3 luglio

Inaugurato il centro socio-sportivo di Murticciola. Sarà gestito dal comitato di quartiere.

4 luglio

Il sindaco di Palau chiede al comune di La Maddalena e al presidente del Parco che il trattamento dei palaesi venga equiparato a quello dei maddalenini.

5 luglio

Quella voce roca ma robusta, forte, penetrante, abituata a dare ordini dalle plance delle navi che ha comandato, gli isolani non la sentiranno più. L’ammiraglio di squadra Romualdo Balzano, maddalenino doc, dopo aver compiuto qualche mese fa 80 anni, è morto. Tradito da un male incurabile. Dopo una carriera e dir poco esaltante, iniziata come guardiamarina nel 1941 e terminata con il grado di ammiraglio di squadra, Romualdo Balzano lascia un solco indelebile nella storia della Marina italiana, ma soprattutto per La Maddalena che lui ha sempre amato. Questo pomeriggio alle 17 saranno ufficiate le esequie, la salma giungerà direttamente da Cagliari nella chiesa di Santa Maria Maddalena. Marisardegna, che lui stesso ha diretto per 28 mesi, schiererà un picchetto d’onore.

7 luglio

Con la massiccia presenza turistica si acuisce a La Maddalena la crisi idrica. Troppi rubinetti sono asciutti.

16 luglio

Assente per malattia il sindaco Birardi (per circa quattro mesi sarà sostituito dal vice sindaco Randaccio), il consiglio comunale maddalenino sfiducia a sorpresa il presidente Camarda e i membri del comitato di gestione del parco.

16 luglio

Ordinanza del sindaco di Palau, Sebastiano Pirredda che vieta il transito di via Nazionale e piazza dei molo ai veicoli diretti a La Maddalena.

20 luglio

Lunghe code agli uffici postali maddalenini.

23 luglio

Gian Andrea Pedroni, capogruppo di maggioranza in consiglio comunale, ribadisce la sfiducia al presidente del parco Camarda e al comitato di gestione.

25 luglio

Con Salvatore Sanna iniziano le conferenze sull’arcipelago, interessante iniziativa dell’assessore Toni Frau di aggiornamenti culturali. Si protrarranno fino a novembre.

30 luglio

Peggiora la crisi idrica a La Maddalena. Polemiche e denunce.

31 luglio

Festa del volontariato. Decine di associazioni in piazza Comando e grande festa.

3 agosto

Esasperati dalla prolungata crisi idrica centinaia di manifestanti occupano il municipio di La Maddalena impedendo i lavori di un convegno sul Parco al quale partecipano due sottosegretari giunti appositamente da Roma.

4 agosto

Continuano le indagini della Procura di Tempio sulla crisi idrica a La Maddalena. Sono attese le navi cisterna.

5 agosto

Il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi giunge in vacanza con la moglie Franca a La Maddalena. Sarà ospite dell’Ammiragliato per una decina di giorni. ‘Miracolosamente’ si risolve la crisi idrica.

6 agosto

Mare, sole e relax per il presidente Ciampi. Al mattino lo si incontra spesso per le via del centro.

7 agosto

Grande festa a La Maddalena per la Nuttata Isulana’. Canzoni, racconti, poesie, nella suggestiva scalinata dello Spiniccio.

16 agosto

Il presidente della Repubblica e la moglie Franca salutano La Maddalena: arrivederci alla prossima estate. Con Ciampi parte anche l’ammiraglio Porchiazzo. Marisardegna di fatto è trasferita a Cagliari.

19 agosto

Per la raccolta di firme per i referendum richiesti dai radicali, giunge a La Maddalena Emma Bonino.

31 agosto

A La Maddalena e a Palau si cominciano a tirare i primi bilanci della stagione turistica. È tra le più positive degli ultimi anni.

4 settembre

Medaglia d’argento ai mondiali di sci nautico ‘diversamente abili’, per il maddalenino Jeff Onorato.

7 settembre

Sciopero e protesta davanti all’ammiragliato dei dipendenti della Difesa contro il disimpegno della Marina e la riduzione dei posti di lavoro.

11 settembre

Sciopero a La Maddalena contro la smobilitazione della Marina. Invitati dall’amministrazione comunale giungono i sottosegretari alla Difesa Abbate e al tesoro Macciotta. Accordo tampone con i sindacati.

25 settembre

Il 25 settembre di 150 anni fa, infatti, l’eroe dei due mondi sbarcò alla Maddalena. La data storica, per la comunità isolana, è stata celebrata venerdì pomeriggio da Mario Birardi. L’ex senatore, sindaco della città, ha svolto una lunga e interessante prolusione. Non ha parlato da primo cittadino, ma da cultore di storia garibaldina. La conferenza di Birardi ha chiuso il ciclo estivo delle conferenze organizzate dall’assessorato alla Cultura, diretto da Toni Frau. «Questo breve esilio dell’eroe risorgimentale nella nostra isola non è stato oggetto di una ricerca approfondita da parte degli storici _ ha spiegato lo studioso maddalenino, riferendosi alla breve permanenza di Garibaldi su questa terra _ ho cercato di ricostruire gli avvenimenti che hanno portato il governo di allora a decidere di inviare il «Generale» alla Maddalena, nel 1849. Bisogna inquadrare il fatto negli avvenimenti di quell’anno: ci sono movimenti nazionalisti in Italia, nel resto d’Europa». Quell’anno fu particolarmente intenso, drammatico, per Garibaldi. Segnò la sua vita per i rovesci di natura politico-militare e per la morte della moglie Anita. Le vicende della repubblica romana, poi, la capitolazione, ad opera dei francesi, la fuga fino a raggiungere, il 5 settembre del ’49, la città di Chiavari, dove venne arrestato per ordine del generale Alfonso Lamarmora su indicazione del ministro dell’Interno Pier Luigi Pinelli. Bisognava mettere in catene tutti coloro che si trovavano nel territorio del regno piemontese e che avevano avuuto un ruolo di primo piano nelle vicende della repubblica romana. Una misura estrema. «Un atto così grave nei confronti di un personaggio come Garibaldi la dice lunga sui rapporti che esistevano tra i governi dei vari staterelli che dividevano il nostro paese _ ha detto ancora Birardi _ l’arresto del “Generale” suscitò emozione non solo per i successi che questi aveva ottenuto in passato in America Latina ma anche perché nel ’48 aveva partecipato alla guerra d’indipendenza italiana, ponendosi, lui da repubblicano, al servizio dei Savoia. Ci furono forti proteste da parte di tutti i circoli democratici italiani. Il fatto ebbe vasta eco in parlamento e si aprì una battaglia politica aspra». Il governo si rende conto dell’impopolarità del provvedimento e cerca di arrivare a una sorta di compromesso, con Garibaldi, trattando l’esilio in un paese straniero. Il generale accettò questa soluzione. Partì da Genova, con un piroscafo fece scalo a Cagliari e sbarcò a Tunisi. Il Bei tunisino rifiutò di concedere l’esilio. Garibaldi ritornò a Cagliari e da lì poi partì alla volta della Maddalena. Perché scelse l’arcipelago. «Il dato più interessante è questo _ ha continuato Birardi _ Garibaldi venne imbarcato sul piroscafo Tripoli che faceva il servizio postale tra Genova e la Sardegna. Qussta nave era affidata al comando del tenente di vascello Francesco Millelire Susini, maddalenino appunto, appartenente ad una delle famiglie più illustri della città. Garibaldi era accompagnato da due ufficiali, Giovanni Battista Cugliolo, nome di battaglia Maggior Leggero, maddalenino e da Luigi Cocelli. I tre partirono da Genova il 16 ottobre, giusero a Cagliari il 18. La notizia era segreta ma si diffuse rapidamente. Bisogna dire che lo stesso Millelire Susini e l’intendente generale di Cagliari, il tempiese Pes, furono decisivi nel collocare Garibaldi alla Maddalena. Qualcuno propose Carloforte, ma era un’isola fuori mano. Maddalena invece era già una piazzaforte militare di primo piano». Il generale fu imbarcato sul piroscafo e scortato da venti «franchi cacciatori». Il piroscafo arrivò alla Maddalena il 25 settembre. Il comandante militare dell’isola era il colonnello Felice Falchi. Garibaldi abitò nella sede del comando dove alloggiava anche il comandante Falchi. Questa sede si trova a Cala Gavetta, dove oggi sorge la caserma della guardia di finanza. Sbarcato nell’isola chiese di Francesco Susini, il padre di Antonio, un ufficiale che aveva combattuto assieme a lui nella legione italiana di Montevideo. «La permanenza fu breve _ ha chiuso Birardi _ infatti, ripartì il 23 ottobre». Qualche anno dopo, ultimato il suo disegno patriotico, il generale ritornò nell’arcipelago per stabilirsi definitivamente a Caprera e per morirvi il 2 giugno 1882».

27 settembre

Con la presenza di 400 studenti provenienti da varie scuole d’Europa si apre a La Maddalena la sesta edizione del concorso televisivo nazionale ‘Vivere il Mare’.

8 ottobre

Proteste a Palau e La Maddalena per il probabile trasferimento del posto fisso di polizia.

21 ottobre

Iniziano a La Maddalena i lavori di costruzione di un porto e parcheggi nel lungomare Mirabello. Sono finanziati dall’Unione Europea.

26 ottobre

Il consiglio comunale decide l’acquisto dell’Opera Pia per 4 miliardi di lire. Alla parrocchia andranno alcuni locali ristrutturati.

26 ottobre

Conferenza stampa di Roberto Zanchetta, commissario straordinario dell’Aast La Maddalena-Palau. La stagione turistica appena trascorsa ha visto nei due centri un aumento di presenze del 28%

29 ottobre

Una fitta nebbia isola La Maddalena per ore.

2 novembre

L’Isola è commossa dalla storia di Marina Sormani, una sedicenne di Padova che ha voluto essere sepolta a La Maddalena. Al cimitero presenti molti maddaleninini.

5 novembre

Interessante convegno storico-archeologico a La Maddalena sui traffici di Taphros, le antiche Bocche di Bonifacio: gli oratori sono archeologi e docenti universitari.

8 novembre

Il consiglio comunale maddalenino approva non senza polemiche l’acquisto della villa e del parco di villa Webber.

12 novembre

Lutto gravissimo per il comandante della Guardia di finanza di La Maddalena Enzo Zezza. Nel tragico crollo di una palazzina a Foggia (un centinaio di morti), periscono anche il padre, la madre ed il fratello.

13 novembre

Nel tragico incidente aereo che ha coinvolto un gruppo di volontari italiani della Caritas diretti in Kosovo perisce anche il tecnico ortopedico Roberto Bazzoni, conosciutissimo a La Maddalena e a Palau.

22 novembre

Risultati referendum regionale. La Maddalena: riduzione indennità consiglieri (96,1%), elezione diretta presidente (95.8%) ed adozione sistema maggioritario (93.5%). Palau: riduzione indennità consiglieri (95.1%), elezione diretta presidente (96,1%), adesione sistema maggioritario (95,5%).

27 novembre

Assemblea generale dell’Ancim a La Maddalena. I 35 sindaci delle isole minori si confrontano sulle grandi problematiche comuni: i parchi e le aree protette devono essere gestiti dai comuni. Birardi eletto vice presidente.

28 novembre

Il consiglio comunale maddalenino abolisce per le lottizzazioni in zona C l’obbligo di cessione del 40% da destinarsi ad edilizia economico popolare. Ci si attende uno sblocco dell’edilizia.

5 dicembre

Congresso dei Ds maddalenini. Gian Vincenzo Belli è il nuovo segretario. Critiche e mea culpa per l’amministrazione Birardi.

11 dicembre

Ormai è certo, a La Maddalena il Natale 1999 ed il Capodanno 2000 saranno salutati senza luminarie.

13 dicembre

La notizia fa rapidamente il giro d’Italia e del mondo. L’isola di Budelli, già riserva naturale e cuore del Parco dell’Arcipelago, viene messa all’asta per alcuni miliardi di lire. Inedificabile e piena di vincoli, si ipotizzano acquisti da parte dello stesso Parco e della Regione Sardegna.

14 dicembre

Il premio ‘Panathlon Sardegna 1999’ è assegnato alla barca maddalenina Botta Dritta ed al suo equipaggio; seconda classificata la velocista azzurra Valentina Occheddu, terza la karateka Alessandra Zurru.