Correva l’anno 1719

Correva l'anno 171922 aprile

Sul finire del 1718, dopo l’invasione della Sicilia da parte degli Spagnoli, a fronte della posizione assunta dalle grandi potenze europee, Vittorio Amedeo II si piegò ed accettò il Trattato di Londra che prevedeva lo scambio dei regni di Sicilia e di Sardegna fra lui e l’Imperatore Carlo VI. Il 22 aprile 1719, il delegato sabaudo, conte Fontana, firmò a Napoli la convenzione austro-piemontese con la quale si stabiliva lo sgombero delle piazze siciliane da parte delle truppe savoiarde e l’impegno dell’Austria a riconquistare, con il concorso piemontese, la Sardegna, che sarebbe stata successivamente ceduta a Torino. In realtà le truppe di Vittorio Amedeo rimasero in Sicilia fino al 1720 per concorrere con quelle imperiali a battere gli spagnoli, parteciparono alla battaglia di Francavilla di Sicilia, lo scontro campale più sanguinoso della guerra, all’assedio per la riconquista di Messina e allo sbarco presso Palermo, atto finale del conflitto.