Ilvamaddalena – Posada 2-0

Promozione, 24° giornata

11′ Danieli Vaz, 67′ De Santis

Trascinati da uno strepitoso Luca De Santis, e dalla brillante ed elegante regia di Lucas Danieli Vaz, i Leoni Isolani tornano al successo, chiudendo la striscia negativa di quattro sconfitte, e conquistando tre punti importantissimi per raggiungere quanto prima le acque sicure della classifica, al riparo da ogni rischio.
Una eccellente prestazione di squadra, che, al di là delle ottime prove dei due marcatori, ha messo in mostra una ritrovata solidità difensiva, con tanta attenzione e concentrazione per tutta la durata del match.
Mister Nino Catuogno ha confermato il 4 4 1 1 visto in campo a Li Punti, con qualche novità negli undici titolari.
In porta Ivan Viviani, dopo qualche mese di assenza, centrali difensivi Fabrizio Bellu e Luca Calzolaio, a destra Gabriele Cardu ed a sinistra Mariano Canavessio, linea centrale con capitan Arricca e Musibau Oluwalogbon in mezzo al campo, esterni Daniele Casula a destra e Riccardo Pirina a sinistra, e poi Danieli trequartista, alle spalle di De Santis, unica punta.
Mister Semerano opta per un 4 4 2, con Andrea Deledda in porta, Contu e Vardeu centrali di difesa, Michele Murgia a destra e Nicola Deledda gli esterni bassi, linea di centrocampo con De Palmas e Luciano in mezzo e Lai e Marco Murgia sulle fasce, davanti Zela e Fabrizio Murgia, omonimo del nostro responsabile del settore giovanile.
Una bella squadra, il Posada, che gioca bene palla a terra, e fa la partita senza grandi tatticismi, cercando di imporre il proprio gioco.
Ci provano subito, gli ospiti, ed al quarto minuto il vantaggio sembra cosa fatta, a conclusione di un ottimo schema su calcio di punizione, ma la conclusione a botta sicura, da cinque metri, di un attaccante baroniese viene miracolosamente “murato” da Gabriele Cardu, protagonista di una partita maiuscola con una perfetta chiusura che vale quanto un gol segnato.
Gol segnato che arriva al minuto undici.
Su un retropassaggio al portiere Andrea Deledda, un indomabile De Santis aggredisce l’estremo difensore ospite in pressing alto, sul vertice sinistro dell’area, conquista palla e la serve all’accorrente Danieli, che con un preciso rasoterra mette dentro il punto dell’uno a zero.
Che rimarrà il risultato del primo tempo, dopo un paio di nostre conclusioni da fuori, di Danieli e Arricca, respinte dal portiere, ed un sussulto ospite dopo la mezz’ora, con un paio di angoli consecutivi, ed una provvidenziale respinta di Canavessio su bomba da fuori area molto ben indirizzata.
Prima dell’intervallo, il mister inserisce Christian Demeglio per Casula, che non gradisce il cambio.
Nella ripresa, il Posada cerca di fare la gara, per rimontare lo svantaggio, ma i padroni di casa controllano senza particolari rischi.
Al minuto 64 esce Calzolaio, sostituito da Gabriel Andreotti, che va a a fare l’esterno basso a sinistra, mentre Canavessio si sposta al centro.
Tre minuti dopo, al 67′, il raddoppio.
Una splendida azione di prima, tutta a palla bassa, avviata da Cardu per Pirina, palla a Demeglio e servizio per Arricca, che si libera e serve un perfetto assist in verticale a De Santis, che colpisce in diagonale dal vertice destro ed infila la porta sul palo lontano.
Una giocata collettiva di categoria superiore.
Manca ancora metà del secondo tempo, e poco dopo, ancora assist di un incontenibile De Santis per Pirina, anticipato in uscita da Deledda.
Entrano anche De Luca per Pirina, e nel finale Marcos D’Amico per Demeglio.
Il Posada colleziona angoli, alla fine saranno ben dieci, ma a dieci minuti dalla fine spreca la migliore occasione per riaprire la gara, con Zela, oggi sotto tono, che manda sopra la traversa in rigore, concesso per un dubbio fallo di un positivo Andreotti.
Due a zero al triplice fischio del buon Virdis, e si guarda con grande ottimismo al finale di stagione, con lo sguardo che inizia a scrutare in lontananza quella successiva.

Mauro Coppadoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.