Ilvamaddalena – Usinese 1-1

Promozione, Terza Giornata 7 ottobre 2018

Ilvamaddalena – Usinese 1-1

6’p.t. Rusani, 6’s.t. Marcos D’Amico

Terzo giro e terza X per l’Ilvamaddalena, al termine di quella che probabilmente è stata la peggior prestazione stagionale.
Merito anche di una solidissima e quadrata Usinese, che era passata in vantaggio ed aveva anche avuto la palla del raddoppio.
Il bicchiere mezzo pieno è quindi nell’aver centrato una rimonta tutt’altro che scontata, nell’aver comunque mosso una classifica che rimane cortissima, ed aver mantenuto l’imbattibilita’, evitando una sconfitta che avrebbe avuto un impatto estremamente negativo sul morale.
Il bel gioco, quello spumeggiante del primo tempo di Ossi, tornerà, e magari arriveranno anche i tre punti, sperando che ciò accada già domenica prossima, nella sfida casalinga contro lo scatenato Fonni, che oggi ha rifilato cinque gol alla malcapitata Macomerese.
Al fischio d’inizio, mister Vittorio Serio presenta la stessa identica formazione di Ossi, il 4 3 3 con Fabrizio Bellu e Luca Calzolaio centrali davanti a Enzo Filinesi, Mario Manca e Gabriel Andreotti sulle fasce, capitan Andrea Arricca, Musibau Oluwalogbon e Christian Casula in mezzo al campo e linea offensiva Luca Desantis, Gena Vuanello e Marcos D’Amico, come sempre con posizioni intercambiabili.
Anche mister Rivolta opta per un 4 3 3, con Mariani tra i pali, linea difensiva Cocco, Rusani, Sanna, Faedda, a centrocampo Bonetto, Soriga e Moro, davanti Piredda (qualche apparizione in A con la Samp), Merella e il “falso Sei” Giua.
Come era già avvenuto con la Macomerese, il primo affondo avversario porta al gol.
Calcio d’angolo da destra, al minuto 6′, battuta velenosa che consegna a Rusani il pallone buono, a due passi dalla porta, ed il difensore centrale Ex Torres dei tempi belli, in gol anche domenica scorsa a Macomer, non sbaglia.
Un altro avvio in salita, per il team del Presidente Bruno Useli, ma la reazione tarda a decollare, ed è ancora l’Usinese a sfiorare il gol, con una punizione di Piredda dall’out destro, che viene miracolosamente respinta da Filinesi con grande prontezza di riflessi.
Al minuto 19′ una possibile svolta della gara, con la severa espulsione di Bonetto, reo secondo l’arbitro Achenza di un fallo da ultimo uomo su Vuanello.
Nonostante la superiorità numerica, la nostra squadra non riesce a rendersi pericolosa nei rimanenti 26 minuti del primo tempo, finché nell’unico minuto di recupero della prima frazione di gara arriva il secondo giallo, anche questo severo, di Andreotti, e viene ristabilita la parità numerica.
In avvio di ripresa il miglior momento dell’Ilvamaddalena.
Le verticalizzazioni di Lucas Danieli Vaz (subentrato a Musibau) e le accelerazioni di uno scatenato Mario Manca seminano lo scompiglio nella difesa avversaria.
Paradossi del calcio: nessun rischio, per la difesa rossoblu in dieci contro undici, grande difficoltà in dieci contro dieci.
Il pari sembra cosa fatta al 3′ della ripresa, ma Vuanello manca l’impatto sul pallone, a pochi metri dalla porta, su perfetto assist di Mario Manca.
Passano tre minuti, e su perfetto lancio da trenta metri di Danieli, è bravissimo a esplodere l’imparabile diagonale che supera Mariano e regala il punto del pari ai Leoni Isolani.
Che continuano a presidiare la metà campo avversaria, sfiorando il gol del pari con un diagonale di poco a lato di D’Amico.
Continua la girandola dei cambi, con Riccardo Pirina per Desantis, Luca Luciano per Cristian Casula e Daniele Casula per D’Amico, che prima di uscire dal campo si vede annullare un gol per un precedente fuorigioco.
Chiudiamo con un grande spavento.
Bellu è impreciso nel primo tocco su appoggio di Filinesi, e per evitare di perdere palla si aiuta con un fallo al limite che gli costa un altro severo rosso.
Fortunatamente la punizione di Piredda non ha alcun esito.
Ed allora finisce così, col secondo 1-1 consecutivo in otto giorni.

Mauro Coppadoro – “Coppa” dei Campioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.