Le isole nel Neolìtico

Le isole nel Neolìtico

L’Arcipelago di La Maddalena ha sicuramente rappresentato una tappa importante nel percorso che gli uomini di quell’epoca hanno compiuto per trasportare l’ossidiana, l’oro nero della preistoria, dai giacimenti del Monte Arci (Sardegna centro-occidentale) fino alle coste liguri, toscane e francesi. Reperti di questo materiale, insieme ad altri in pietra e ceramica, sono stati infatti ritrovati, in proporzioni diverse e con diverse datazioni, sulle isole di Santo Stefano e di Spargi. Anche sull’isola di Budelli, nel corso di una ricerca del maddalenino Giovanni Cesaraccio, grande figura di naturalista prematuramente scomparso nel 1992, sono stati rinvenuti alcuni reperti riferibili quasi certamente al periodo Neolitico.

Parzialmente tratto da “La spiaggia rosa e l’isola di Budelli. Guida naturalistica e storica” di Marco Leoni, Fabio Presutti, Luca Bittau