Pescatori provenienti da Pozzuoli

Catuogno Aniello

Caucci Biagio, specializzato nell’uso della sciabica.

Caucci Nicolino “Pappellu meu”, pescatore di sciabica.

Cavaliere ?, noto aragostaro, teneva i marruffi all’isolotto della Carpa, al porto della Madonna, e abitava, per la stagione della pesca, sulla spiaggia di Budelli che oggi porta il suo nome.

Chiocca Scipione, nato nel 1866, ebbe 6 figli, dei quali gli ultimi due nati alla Maddalena.

Chiocca Giuseppe

Chiocca Antonio, stabilitosi a La Maddalena verso il 1900.

Cuomo Gennaro “Garibaldi”, sposato con una torrese, ebbe 4 figli.

D’Agostino Raffaele, nato nel 1861, ebbe 7 figli, era noto come “Fiarè”.

D’Agostino Procolo, sposato con Assunta Di Costanzo “A Nera“, ebbe 9 figli. Fratello di Raffaele, veniva a Maddalena con il padre, per la stagione, a partire dall’ultimo decennio dell’Ottocento.

D’Agostino Alfonso, 1865.

Del Giudice Antonio, stabilitosi a La Maddalena prima del 1900.

Del Giudice Vincenzo “Spacca e pesa”, venne con il padre intorno al 1910.

Del Giudice Saverio, figlio di Vincenzo.

De Simone Luigi, presente a Maddalena già dal 1865.

Di Fraia Antonio “Palacannò”, come altri appartenenti alla famiglia, arrivato qui intorno al 1880, conosceva Garibaldi: raccontando che un giorno lo inseguì per farsi pagare i pesci che il Generale aveva dimenticato di aver comprato.

Di Fraia Carlo

Di Fraia Leonardo di Scipione.

Di Fraia Pasquale, residente a La Maddalena dal 1898, padre di 5 figli.

Di Fraia Leonardo “Scialò”, abitante in via Tola, sposato con Conti Maria Rosa, padre di Pasqualino, Vincenzino (morto a 33 anni) e Tomaso, nati tutti a Maddalena.

Di Fraia Procolo, nato nel 1849, ebbe 5 figli.

Di Fraia Gaetano di Procolo.

Di Fraia Vincenzo

D’Oriano Giovanni, nato nel 1822, residente ufficialmente dal 1880.

D’Oriano Pasquale, sposatosi a La Maddalena con un isolana, ebbe 8 figli.

D’Oriano Gennaro Aniello “Jennarò”, sposato con una Giudice “Pallottì“, di via Balbo, nata a La Maddalena, ebbe 9 figli.

D’Oriano Vincenzo “Ingappamuschi”, abitante a Bassamarina padre di sei maschi.

Grieco Vincenzo, nato nel 1849.

Grieco Gennaro “Spacchià”, morto nel naufragio del 1917.

La Ragione Matteo, nato 1841.

Maddaluno Vincenzo, morto nel 1908 senza figli.

Maddaluno Francesco, trasferitosi a Golfo Aranci nel 1917, attirò in quelle zone i parenti Angelo e Raffaele.

Maddaluno Angelo “Brigadiè”.

Maddaluno Raffaele, si fermarono a Maddalena intorno al 1928.

Miglio Antonio

Miglio Giovanni, nato ad Ajaccio, ma da famiglia puteolana.

Oriano Francesco “Cicculì”, adoperava quasi esclusivamente la sciabica.

Rocco Vincenzo, sposò nel 1868 Zonza Mariangela.

Rotta Gennarino

Stelletti Arturo

Parzialmente tratto da “Il mondo della pesca” – Co.Ri.S.Ma – Giovanna Sotgiu