Porto della Madonna

Impossibile per un marinaio non conoscere questo tratto di mare racchiuso fra tre isole, una più bella dell’altra e ciascuna così diversa: Budelli, Razzoli e Santa Maria. E’ uno specchio d’acqua raggiungibile soltanto con un’imbarcazione, che offre angoli di rara bellezza come la spiaggia del Cavaliere e il Passo degli Asinelli.
La credenza popolare vuole che il nome derivi proprio dai colori del mare, simili al manto della Madonna. In realtà, Madonna era il cognome di un pescatore d’aragoste maddalenino che frequentava costantemente questa zona.
Tra gli isolotti Stramanari e Paduleddi, di fronte all’isola Carpa, c’è lo stretto passaggio del Topo, tutte rocce granitiche emergenti dall’acqua come piccole sculture. Il basso fondo chiamato Cecca di Morto è splendido per la trasparenza delle sue acque, dovuta al candore della sabbia e al gioco delle correnti costantemente presenti.