Breve conclusione

I pastori maddalenini non facevano molte distinzioni giuridiche e istituzionali, né avevano interesse a valutare la questione giurisdizionale, che appassionava

Leggi il seguito

Il pane del re, materiale e spirituale

Des Hayes pensava di dover combattere anche contro il fenomeno dell’abbandono delle isole da parte degli abitatori preesistenti allo sbarco

Leggi il seguito

I maddalenini e l’occupazione

“Viva chi vince” Dall’altura della Guardia prima, e da altri punti di osservazione più ravvicinati poi, i pastori maddalenini scrutarono

Leggi il seguito

La prima sistemazione

Giovedì 15 fu una giornata di tempo pessimo, anche con molta pioggia, che rese difficili e pesanti tutte le operazioni.

Leggi il seguito

Partenza del convoglio da Longonsardo e sbarco alla Maddalena

Il piano del maggiore La Rocchetta Alle ore 9 del mattino del lunedì 12 ottobre, La Rocchetta tenne a bordo

Leggi il seguito

La preparazione degli uomini, dei mezzi e dei materiali

Mentre il nuovo viceré era convinto che la spedizione si andava a farla all’interno della solita campagna estiva dei regi

Leggi il seguito

La spedizione e la presa di possesso delle isole

L’evoluzione della situazione politico militare della Corsica ha accompagnato, ma sopratutto determinato il processo decisionale sulla spedizione e la presa

Leggi il seguito

Le relazioni tecniche del vassallo Brondel

Fu Des Hayes, fresco di insediamento nell’incarico di viceré, a inviare a Brondel le istruzioni per il suo nuovo incarico

Leggi il seguito

I piani della spedizione

Non c’è traccia nei documenti che Scotto e Brondel si siano mai incontrati in occasione delle loro escursioni nelle isole,

Leggi il seguito