I maddalenini

I maddalenini non sono i protagonisti ufficiali di questa storia, ma possono esserne considerati, a giusto titolo, comprimari.
Dopo lo sfollamento del mese di aprile, gli uomini rimasti all’isola erano solo quelli necessari alle esigenze della guerra e, quindi, dell’apparato militare. Erano soprattutto i negozianti che dovevano garantire gli approvvigionamenti essenziali, alcuni dipendenti delle amministrazioni pubbliche e gli operai dell’arsenale che, dopo il disastroso bombardamento del 10 aprile che aveva distrutto gran parte delle officine, erano stati trasferiti in laboratori privati, momentaneamente sequestrati per esigenze belliche, sparpagliati in tutto il territorio, da Due Strade a Cala Francese. A completare il quadro c’erano i preti, pochi barcaioli, qualche allevatore e alcuni finti contadini. C’erano anche le donne, militarizzate pure loro, per la maggior parte giovani, addette ai servizi della Base, quelle impiegate in Comune e alle Poste e quelle compiacentemente dichiarate donne rurali, necessarie alla conduzione di inesistenti terreni agricoli. C’erano anche dei bambini. Quelli delle famiglie che, contravvenendo al decreto di sfollamento, erano rimaste trasferendosi in case lontane dal centro abitato; dovevano rimanere nascosti a eventuali controlli da parte dei Carabinieri o delle autorità comunali anche se, in realtà, tutti sapevano della loro presenza. E poi c’erano quelli nati a La Maddalena in quei mesi, spesso in circostanze drammatiche: non a caso uno di loro, che si chiamava Ottavio Marcello, ancora oggi si porta addosso il significativo nome di Guerrino.

Giovanna Sotgiu – Co.Ri.S.Ma

 

  1. Premessa di Settembre 1943 a La Maddalena
  2. I maddalenini
  3. I tedeschi
  4. Gli italiani
  5. Prospetto illustrativo delle batterie dell’estuario all’8 settembre 1943
  6. Il 1943, l’anno della fame e della paura 
  7. 9 settembre 1943
  8. 10 settembre 1943
  9. 11 settembre 1943
  10. 12 settembre 1943
  11. 13 settembre 1943
  12. 14 settembre 1943
  13. 15 settembre 1943
  14. 17 settembre 1943
  15. Elenco dei caduti dal 9 al 13 settembre 1943