Ossese – Ilvamaddalena 1 – 1

Promozione, Seconda Giornata 30 settembre 2018

Ossese – Ilvamaddalena 1-1

46′ pt Gena Vuanello, 2′ st Nuvoli (Rig)

Un’Ilvamaddalena bella, a tratti bellissima.
Che va sul campo di una delle favorite, un’ottima squadra, l’Ossese ben messa in campo dall’eccellente Mister Giuseppe Cantara, e se la gioca senza timore, per vincerla, per ottenere tre punti che, contando le occasioni da gol, avrebbe anche meritato.
Ma va bene così, si torna a casa con qualche inevitabile rimpianto (finora 4 gol fatti e 4 subiti, ma ben tre “rimontati”), ma con la consapevolezza dell’ottima prestazione che aumenta l’autostima.
È il big match di giornata, e c’è tanta attesa, al Walter Frau, per il debutto casalingo dei bianconeri (oggi in giallo), reduci da un’ottima vittoria a Fonni.
Il mister locale vara un 4 2 3 1, con Moroni (99) tra i pali, Zichi e Leoni difensori centrali, gli Under Casu (98) e Pinna (00) sulle fasce, in mediana Dettori ed Urgias, sulla tre quarti la linea Contini, Fantasia, Nuvoli alle spalle del “delantero” Vita.
Mister Vittorio Serio non può utilizzare Lucas Danieli Vaz, Gabriele Cardu, Luigi Vitiello e Christian Demeglio, e per il suo ormai consueto 4 3 3 dispone in campo Enzo Filinesi tra i pali, Fabrizio Bellu e Luca Calzolaio centrali, Mario Manca a destra e Gabriel Andreotti a sinistra, in mezzo al campo capitan Andrea Arricca con Musibau Oluwalogbon a destra e Christian Casula a sinistra, tridente Luca Desantis, Marcos D’Amico e Gena Vuanelllo, come sempre in continuo avvicendamento nelle posizioni offensive.
In avvio di gara iniziativa all’Ossese, con supremazia territoriale nei primi dieci minuti, senza però impensierire il nostro portiere, protetto da Bellu e Calzolaio in giornata di grazia, davvero impeccabili.
Al minuto 11′ il primo sussulto per l’Ilvamaddalena, con D’Amico che, servito da Vuanello, spara preciso una botta ben respinta in angolo da Moroni.
Col passare dei minuti la pressione dei Leoni Isolani verso la porta avversaria diventa sempre più insidiosa.
Finisce di poco a lato una conclusione di Musibau, un assist di D’Amico per Vuanello viene respinto sulla linea da Zichi, e finisce sul palo una schiacciata di testa di D’Amico servito alla perfezione dal solito Vuanello.
“Genny” è incontenibile, e segna il meritato gol del vantaggio proprio all’ultimo sussulto del primo tempo.
Lancio verticale dalle retrovie che trova impreparata la difesa bianconera, con Moroni costretto ad uscire disperatamente fuori dalla propria area.
Vuanello lo scavalca con un colpo di testa, controlla con freddezza il pallone, e sull’opposizione dell’ultimo difensore, dai venticinque metri la mette dentro con un preciso pallonetto.
Un primo tempo da incorniciare, ed il fermo proposito di difendere il vantaggio, nella ripresa.
Speranza vanificata da un episodio determinante, in avvio di ripresa, che purtroppo annulla la splendida prima parte di gara dell’undici di Serio.
Fantasia riceve palla in area, e con astuzia ed esperienza “guadagna” un fallo del giovanissimo Mario Manca, protagonista come Andreotti di un ottimo primo tempo.
È rigore, nessun dubbio, e nessuno protesta.
Lo trasforma Nuvoli, con una traiettoria angolatissima alla sinistra di Filinesi.
Tutto da rifare, ed inerzia psicologica della gara che inevitabilmente si sposta.
Buon momento della squadra di Cantara, che ci mette in difficoltà soprattutto sulle fasce, fortunatamente senza trovare conclusioni nello specchio della porta.
Superato il momento negativo, la nostra squadra si ripropone in avanti.
Altra devastante discesa di Vuanello, immarcabile, che supera avversari come birilli, sulla fascia destra, rientra sul sinistro e avrebbe lo spazio per il tiro, ma preferisce l’assist per D’Amico, ottima anche la sua prova, anticipato in angolo con perfetta diagonale al momento del tiro a botta sicura.
Arriva il momento dei cambi.
ll nostro Mister, tra il 70′ ed il 72′, mette dentro prima Nicoló Pisano e Luca Luciano per D’Amico e Andreotti, e poco dopo Matteo Manca per Mario Manca.
Anche Cantara opera una sostituzione, fuori capitan Contini per lo sgusciante Onali, protagonista di diversi ottimi spunti.
Su uno di questi, Fantasia da centro area inventa una girata che si spegne a un palmo dall’incrocio.
Entra anche Emanuele Ledda per Casula e sono ancora nostre le ultime palle gol di questa avvincente sfida.
Punizione di Arrica e incornata di Calzolaio fuori di due dita, ma il secondo assistente segnala un offside molto dubbio.
All’ultimo dei cinque minuti di recupero, grande chance per Musibau, ma la sua conclusione supera la traversa.
Uno a uno e va bene così, con ottimo “terzo tempo” offerto con grande cortesia dalla società del Patron Mentasti.
Adesso, per la squadra del Presidente Bruno Useli, le due sfide casalinghe contro Usinese e Fonni.

Mauro Coppadoro – “Coppa” dei Campioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.