Panzano Stefano Domenico

Panzano Stefano Domenico di Silvestro e di Teresa Bertoleoni, nato l’11 ottobre 1811 a La Maddalena. Imbarcato sui regi legni come mozzo di rinforzo (anni 1, mesi 2, e giorni 26 e poi imbarcato su nave Orione, la fregata Carlo Felice, il Bertoldo, il Des Geneys per un totale complessivo di anni 2 mesi 10 e giorni 6 – 8 novembre 1822). A 20 anni, soldato volontario nel battaglione Real Navi, (15 novembre 1831) e ancora congedato per tempo finito il 24 maggio 1848. Ma certamente il congedo fu solo un escamotage teso a valorizzarne le capacità, perché pochi giorni dopo di esso lo si ritrova al servizio del Governo provvisorio della Lombardia prima come Furiere maggiore del battaglione di Deposito in Milano (27 maggio 1848) poi come Sottotenente in detto battaglione di deposito, (19 giugno 1848) ed infine Tale Aiutante Maggiore in detto. (10 luglio 1848) Fu inquadrato nel 22° reggimento fanteria, costituito dai Lombardi dell’esercito di Sardegna e con questo fece il Sottotenente di fanteria ed aggregato allo S.M. (16 settembre 1848), Aiutante Maggiore in 2^ nel 21° reggimento fanteria (1 dicembre 1848), dopo lo scioglimento della 5^ divisione lombarda è aggregato al Deposito ufficiali lombardi in Acqui. (1 giugno 1849) e trasferito al deposito di Cherasco il 1 giugno 1849. Confermato Sottotenente con anzianità il 17 marzo 1849 e collocato in aspettativa (31 marzo 1851) Richiamato in servizio attivo, e nominato Aiutante di Piazza con paga di 2^ classe presso il comando Militare di Lanusei il 9 settembre 1854. Tale nel Comando Militare della Provincia di Cagliari il 4 agosto 1856. Aumento di £. 200 annue, 14 gennaio 1857. Riassunto nelle file dell’Armata Sarda nel 1850 fu inviato in servizio in Sardegna e finì la sua carriera a Cagliari alla fine degli anni cinquanta. Ha contratto matrimonio con Damigella Pasqualina Coi il 3 maggio 1858 in seguito a sovrana autorizzazione 14 aprile 1858.