CronologiaMillenovecento

Correva l’anno 1973

1 gennaio

Il Pentagono istituisce a La Maddalena un Ufficio Appoggio della Marina americana, il Navy Support Office (N.S.O.) Si tratta del servizio di supporto logistico per i militari americani che vivono nel nord Sardegna, per le loro famiglie e per le unità delle forze operative in visita a La Maddalena. Il servizio gestisce un reparto di Lavori pubblici che cura le locazioni ed il mantenimento degli appartamenti locati dal personale, e un reparto di approvvigionamenti, le scuole per i figli dei dipendenti, un centro sanitario, l’ufficio del personale e dei pagamenti, un centro di assistenza sociale e di attività culturale e ricreativa.

16 gennaio

Fiducia del Consiglio Regionale alla giunta Giagu composta da DC, PSI, PSDI, PSd’Az.

18 gennaio

Nasce all’ospedale di La Maddalena, da famiglia arzachenese, Salvatore Fresi, conta 6 convocazioni in Nazionale, ma senza mai esordire, avvenute quando militava nell’Inter, l’ultima delle quali nel 1999 dal CT Dino Zoff. Dopo esperienze giovanili a Firenze e Foggia, disputò il primo campionato professionistico con la Salernitana in Serie C1 1993-1994, conquistando la promozione in Serie B. A fine stagione fu convocato in Nazionale Under-21. Dopo un campionato di Serie B in cui la squadra granata arrivò quinta a 5 punti dalla promozione (1994-1995), fu acquistato dall’Inter per 7 miliardi di lire, con cui giocò fino al 1998. Partecipò ai Giochi olimpici di Atlanta nel 1996, vinse la Coppa UEFA nel 1998. Nel 1998-1999 tornò in prestito a Salerno e subì la retrocessione in Serie B. Poi giocò poche partite con l’Inter. Vestì le maglie di Napoli, Bologna (con cui tornò a giocare con regolarità e realizzò 8 gol in 25 presenze). Ingaggiato dalla Juventus, lo utilizzò da riserva; vinse scudetto 2002-2003, e 2 Supercoppe italiane. Vestì ancora, da riserva, le maglie di Perugia, Catania e ancora Salernitana, che seguì in C1 dopo il fallimento. Passò alla Battipagliese, in Eccellenza, l’ultima stagione della sua carriera. Poco dopo aver concluso la carriera, scelse di tornare a giocare a calcio col Paolo Masullo, squadra di seconda categoria in provincia di Salerno.

23 gennaio

Scoppia a La Maddalena la questione degli alloggi. Il Naval Support Office fa pubblicare negli avvisi economici della Nuova Sardegna una inserzione per ville ed appartamenti, da affittare per le famiglie dei militari, ubicati nei comuni di La Maddalena, Palau, Santa Teresa ed Arzachena. Le inserzioni, saranno ripetute nei giorni successivi.

26 gennaio

Preceduto da una lettera al nuovo Presidente della regione, On. Giagu, il Sindaco di La Maddalena Giuseppe Deligia, si reca a Cagliari per avviare la prima operazione di incasso. Va a chiedere che il cantiere navale progettato dal Consorzio Costa Smeralda a Porto Cervo sia invece dislocato a La Maddalena.

26 gennaio

Riunione della commissione alloggi del Naval Support Office americano con gli operatori economici interessati alla costruzione degli alloggi. Il responsabile della commissione afferma che è intendimento del Governo USA fare in modo che le abitazioni vengano costruite solo a La Maddalena.

6 aprile

La nave appoggio Gilmore, la grande balia dei sommergibili nucleari, getta le ancore al pontile di Santo Stefano. È lunga 170 metri. È addetta al rifornimento e alla riparazione di eventuali danni dei sommergibili e sarà presenza fissa a Santo Stefano.

11 aprile

Preoccupazione all’isola, rubati fucili e pistole in un negozio. I ladri sono penetrati dal tetto, cercavano solo armi: hanno infatti ignorato altri oggetti di valore. Un audacissimo furto è stato compiuto nella notte, ignoti malviventi si sono introdotti in un negozio di armi ed hanno asportato 4 fucili, una decina di pistole ed un numero imprecisato di scatole di munizioni. Il colpo è stato compiuto nottetempo e dalle prime indagini parrebbe essere opera di professionisti del crimine tanto è stato organizzato e compiuto con rigorosità quasi scientifica. Il negozio è di proprietà di Omero Giagnoni e si affaccia sulla centralissima via Garibaldi: i ladri vi si sono introdotti col collaudato sistema alla “Rifili”, ossia praticando un foro sul tetto e quindi nel soffitto. Protetti dall’ululato del ponente che soffiava fortissimo, facendo presumibilmente scala umana, hanno raggiunto il tetto dalla parte posteriore del negozio, quella che dà sulla via Giovanni Maria Angioy. Divelte alcune tegole tra un architrave e l’altro sono scesi nel soffitto costruito con mattoni forati ove hanno praticato un’altra apertura per la quale sono penetrati nel negozio. I ladri hanno agito in tutta tranquillità. Il tetto è protetto lateralmente da un muretto e quindi, agendo sdraiati, non potevano essere notati da alcun passante.

19 giugno

Approvata dal Consiglio regionale la legge contro l’inquinamento delle acque.

3 agosto

La Gilmore lascia ancora gli ormeggi di Santo Stefano dove ritornerà il 13 da Genova. Il comando dichiara che lo scopo delle partenze della nave-balia è quello di permettere al personale imbarcato evasioni che La Maddalena non offre. Nella Gallura si iniziano a chiamare “Missioni Love” le partenze della nave appoggio.

25 ottobre

Anche la base USA di La Maddalena rientra nello stato di allarme atomico che il Pentagono ha lanciato per tutte le proprie Forze Armate nel mondo, in riferimento al conflitto arabo-israeliano in corso. Per la prima volta in termini espliciti la Sardegna viene coinvolta in un quadro di decisioni operative e militari unilaterali americane. E’ quindi dimostrato che la base di S. Stefano sta fuori della catena di comando NATO, che infatti non è stata impegnata nel conflitto del Golfo.

17 novembre

Per le strade di La Maddalena e in alcuni bar del centro si svolge per molte ore una furibonda rissa tra marinai americani e maddalenini. Si registrano feriti (tra cui il giovane maddalenino Giuseppe Corda di 17 anni, che ha riportato ferite e choc traumatico con una prognosi di 10 giorni) ed arrestati. La rissa sarebbe continuata a lungo se non fosse intervenuta la “Shore Patrol”, un marinaio americano Edward Walton è stato denunciato dall’assessore Lino Tirotto e dal dottor Giuseppe Ornano.

24 novembre

Le Confederazioni sindacali CGIL-CISL e UIL aprono a Cagliari la ‘‘vertenza Sardegna’’ con la quale si propongono di porre un argine all’invadenza dell’industria petrolchimica e di favorire l’utilizzo e lo sviluppo delle risorse locali.

22 dicembre

Fiducia del Consiglio alla giunta di centro-sinistra presieduta da Del Rio.